Ma davvero la carne appesantisce?


Essendo stato vegetariano e vegano per 15 anni, capisco tanti dei problemi di chi non consuma carne. Iniziamo da qui

Ci si sente subito bene

Qualunque vegetariano che riprenda il consumo di carne, può testimoniare che già dalla prima settimana c’è un netto cambiamento positivo nella qualità della vita.


L’essere umano ha sempre mangiato carne, ci siamo evoluti mangiando animali, e abbiamo bisogno delle proteine e dei grassi animali per stare bene. Fino agli anni 70 era normale mangiare carne, e solo dopo il 1977 con la guerra al colesterolo è iniziata la guerra alla carne, specialmente le carni rosse.

Se potessi tornare indietro nel tempo e cambiare solo una cosa della mia vita, tornerei alla mia adolescenza e farei in modo di convincere me stesso a non abbandonare il consumo di carne. Rimane ad oggi lo sbaglio più pericoloso e costoso della mia vita.

Digerire la carne

All’inizio lo è stato anche per me, questo perché nel tempo l’acidità dello stomaco diminuisce in risposta ad un eccessivo consumo di carboidrati.

Come misurare l’acidità di stomaco? Un esperimento fai da te

Usando comune bicarbonato, 1/4 di cucchiaino dissolto in mezzo bicchiere d’acqua, si può bere questa soluzione e far partire il cronometro. Se il primo rotto arriva entro 2-3 minuti, il livello di acidità è buono, altrimenti siamo in presenza di una bassa acidità ed è meglio integrare con acido cloridrico (HCL).

Quando parliamo di pesantezza, qui entra in gioco il problema di cui parlavo prima – il mangiare la carne insieme ai carboidrati. Mentre è facile mangiare troppa pasta o troppo pane, non si può fisicamente mangiare troppa carne, a meno che non sia accompagnata da carboidrati.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *